LGS News

News section from LGS

ESPLOSIONE MAGGIORE A STROMBOLI DEL 01/12/2017 12:42:25 GMT

Il giorno 01 Dicembre 2017 alle ore 12:42:25 GMT la rete di monitoraggio geofisico ha registrato un forte evento esplosivo molto forte, associato a parametri geofisici (sismici, deformazione del suolo e pressione acustica) al di sopra della attività esplosiva ordinaria e classificabile come evento esplosivo Maggiore (Figura 1)​.

Figura 1. Confronto tra le ampiezze sismica (UD) e il tilt. Le deformazioni del suolo indicano che l’evento di oggi (stella) ricade ampiamente nel campo delle esplosioni Maggiori. Il pallino rosso indica i valori relativi all’evento parossistico del 15 Marzo 2007.


L'evento sismico (7.0x10-4 m/s in velocità e 8.6 x10-5 m in spostamento) supera di oltre un ordine di grandezza i valori dell'attività ordinaria. La rete infrasonica indica che l'esplosione ha generato pressioni intorno a 290 Pa, a 450 m di distanza (Figura 2), ed ha localizzato la sequenza esplosiva nel settore relativo al cratere di SW. 

Figura 2: Dettaglio della registrazione sismica (velocità e spostamento) e pressione infrasonica alla stazione STR dell’evento esplosivo del 01 Dicembre 2017. Tilt registrato alla stazione OHO posizionata sulla Rina Grande.


Questo evento è stato accompagnato da un forte segnale di deformazione del suolo (3.5 µrad nella Rina Grande al tiltmetro OHO) preceduto di circa 2 minuti da una chiara inflazione del suolo (Figura 3). L'andamento esponenziale dell'espansione del suolo è identico a quello registrato durante tutte le esplosioni maggiori.


Figura 3: Tilt registrato alla stazione OHO


La scarsa visibilità in area sommiate per le avverse condizioni meteo non ha permesso l'analisi termometrica dell'evento. Solo dalla telecamera posizionata a Punta dei Corvi si osserva un'ampia ricaduta di materiale sulla Sciara del Fuocoal di fuori del bordo del cratere di SW (Figura 4), in accordo con la mappa di ricaduta dei materiali valutata dal segnale infrasonico (Figura 5).

Figura 4: Immagine dell’accumulo di materiale a seguito dell’evento esplosivo ripresa dalla telecamera termica di Punta dei Corvi.
Figura 5: Mappa di ricaduta dei materiali valutata in base al segnale infrasonico dell’evento esplosivo del 01 Dicembre 2017


 
Non si registrano a seguito della sequenza esplosiva ulteriori variazioni significative dell'attività vulcanica che rimane media.


You have already rated this entry:
1
NUOVA ESPLOSIONE MAGGIORE A STROMBOLI DEL 01/11/20...

Related Posts

Visit Review Site Coral www from this link.